tsdenti.jpg (20301 byte)

D_1.jpg (297830 byte)  

Nei bovini i denti incisivi esistono solo nella mandibola, mentre mancano nella mascella superiore, che sono in numero di 8 e che costituiscono 4 coppie di denti che prendono il nome, partendo da quella centrale, di picozzi, primi mediani, secondi mediani e cantoni.

d_2.jpg (283184 byte)


La forma degli incisivi è pressochè simile a quella di un badile o spatola il cui manico è rapprensetato dalla radice: presentano a studiare due parti principali: la corona e la radice. d_5.jpg (31320 byte)
d_3.jpg (59688 byte)d_4.jpg (66515 byte)




La corona risulta costituita da una faccia labiale, piuttosto convessa e percorsa in senso longitudinale da sottili striature; da una
faccia linguale nella quale, nel dente vergine, appaiono un rilievo mediano o conico e due solchi laterali, e da tre margini, uno
superiore, uno libero e tagliente, uno interno e l'altro esterno.
La corona urtando, soprattutto con la faccia linguale, contro il cercine fibroso della mascella superiore va incontro ad un lento e

continuo consumo che determina inizialmente la graduale scomparsa del rilievo conico centrale (dente livellato); vedremo suc-
cessivamente che il termine agguagliamento assume un significato molto diverso nella cronologia dentaria dei cavalli; man mano
che si consuma lo smalto che ricoprela faccia linguale e compare l'avorio sottostante la superficie di sfregamento fra denti e cercine,
detta tavola dentaria, assume forme diverse; allungata inizialmente diviene poi quadrangolare, rotondeggiante ed a coppa.
Prima che avvenga il livellamento nella faccia linguale si ha la comparsa del cosidetto fiore di giglio, che puo' essere utilizzato per
la diagnosi dell'età in quanto, come vedremo, la sua presenza è praticamente costante nei diversi tipi di incisivi.
Con il sopraggiungere della vecchiaia i denti si diradano, perchè vengono in parte scalzati, e si accorciano.
Gli incisivi temporanei o da latte differiscono da quelli permanenti, o da adulto, perchè sono più piccoli e più bianchi, hanno le

striature longitudinali meno evidenti ed un colletto più pronunciato.

FORMULE DENTARIE
Il numero totale dei denti nei bovini varia in rapporto al tipo di dentizione; infatti sono 20 nella dentizione da latte e 32 in quella da

adulto, distribuiti nella mascelle secondo le seguenti formule dentarie:

FORMULA DENTARIA DA LATTE
Incisivi = 0 + 0
-------
4 + 4
Canini = 0 + 0
-------
0 + 0
Premolari = 3 + 3
-------
3 + 3
= 20
FORMULA DENTARIA DA ADULTO
Incisivi = 0 + 0
-------
4 + 4
Canini = 0 + 0
-------
0 + 0
Premolari = 3 + 3
-------
3 + 3
Molari = 3 + 3
-------
3 + 3
= 32


CRONOLOGIA DENTARIA

D_7.jpg (47681 byte) D_8.jpg (47230 byte) D_9.jpg (52287 byte)
Mandibola di un vitello di 4-5 mesi di età
(tutti i denti sono vergini)
Mandibola di un vitello di 10 mesi di età
(livellamento dei picozzi, presenza fiori di
giglio nei primi mediani ed inizio consumo
nei secondi mediani)
Mandibola di un vitello di 16-18 mesi di età
(evidentissimo il caratteristico diradamento)

Considerato che nella faccia linguale dei denti, sia da latte che da adulto, prima di essere livellati appare la forma del fiore di
giglio e che la sua presenza è bene evidente in epoche pressochè fisse, ci sembra logico dividere la durata dell'evoluzione
dentaria in sette periodi anzichè 5, come  normalmente viene fatto.
In tal maniera la successione di detti periodi sarà la seguente:
- eruzione degli incisivi da latte;
- presenza del fiore di giglio nei denti da latte;
- livellamento degli incisivi da latte;
- caduta degli incisivi da latte ed eruzione di quelli permanenti;
- livellamento degli incisivi permanenti;
- diradamento degli incisivi permanenti.

1 - PERIODO DI ERUZIONE DEGLI INCISIVI DA LATTE
Stando ai risultati delle informazioni di campagna e sperimentali sembra che il 50% dei vitelli nasca con 6 incisivi, il 40% con 8

e il 10% con 4. Ricorderemo  però che, secondo altri studiosi, il 70% dei vitelli nasce con 8 incisivi, il 20-25% con 6 ed il 4-5%
con 4 incisivi; ad ogni modo è certo che a solo 3-4 mesi i cantoni pareggiano ossia il margine superiore raggiunge il livello di
quello degli altri denti. In questo periodo sono particolarmente utili per una diagnosi più precisa dell'età, i dati forniti da taluni
elementi secondari e complementari e cioè dalla presenza e dalla caduta del cordone ombelicale, dallo stato della cicatrice
ombelicale, dalle condizioni del mantello, etc.

2 - PERIODO DELLA COMPARSA E DELLA PRESENZA DEL FIORE DI GIGLIO NEI DENTI DA LATTE
Nonostante l'usura dei denti da latte sia piuttosto irregolare, a causa del sistema di allevamento, la comparsa, la presenza e la

scomparsa del fiore di giglio nei denti, in un periodo in cui è estremamente difficile diagnosticare l'età sono di grande utilità.
Infatti esso appare, in media, in forma netta:
- a 6 mesi nei picozzi è presente fino a 9 circa;
- a 8 mesi nei primi mediani ed è presente fino ad 11 circa;
- a 10 mesi nei secondi mediani ed è presente fino a 14 circa;
- a 12 mesi nei cantoni ed è presente fino a 16-17

3 - PERIODO DI LIVELLAMENTO DEGLI INCISIVI DA LATTE
Il livellamento avviene in media secondo la seguente cronologia:
- a 10 mesi nei picozzi:
- a 12 mesi nei primi mediani;
- a 15-16 mesi nei secondi mediani;
- a 18-20 mesi nei cantoni.

4 - PERIODO DI CADUTA DEGLI INCISIVI DA LATTE E DI ERUZIONE DI QUELLI PERMANENTI
Normalmente il rimpiazzo dei denti da latte con quelli da adulto, avviene nella seguente maniera:
- a 18-24 mesi cadono i picozzi da latte ed erompono quelli da adulto e cioè l'animale a 2 anni è in due denti ed ha compiuta la

   prima mossa;
- fra 30 e 36 mesi cadono i primi mediani da latte ed erompono quelli da adulto sicchè l'animale a 3 anni è in quattro denti ed

   ha compiuto la seconda mossa;
- fra 42 e 48 mesi avviene la caduta e si ha la sostituzione dei secondi mediani per cui l'animale a 4 anni è in 6 denti ed ha

  compiuta la sesta mossa;
- fra 54 e 60 mesi infine avviene la caduta e si ha la sostituzione dei cantoni sicchè a 5 anni l'animale è in 8 denti ed ha la bocca

   fatta

5 - PERIODO DELLA COMPARSA E DELLA PRESENZA DEL FIORE DI GIGLIO NEGLI INCISIVI PERMANENTI
Il fenomeno delle diverse coppie di incisivi avviene nella forma seguente:
- a 5 anni e mezzo nei picozzi ed è presente fino a 6 anni e mezzo circa;
- a 7 anni e mezzo nei secondi mediani ed  è presente fino ad 8 anni e mezzo circa;
- a 8 anni e mezzo nei cantoni ed è presente fino a 9 anni e mezzo circa.

6 - PERIODO DI LIVELLAMENTO DEGLI INCISIVI PERMANENTI
In media la scomparsa completa del rilievo conico o livellamento dei denti da adulto, avviene secondo la seguente cronologia:
- a 7 anni nei picozzi
- a 8 anni nei primi mediani
- a 9 anni nei secondi mediani
- a 10 anni nei cantoni

7 - PERIODO DI DIRADAMENTO DEGLI INCISIVI PERMANENTI
In seguito all'espulsione graduale dei denti, a partire dal 10° anno si constata un lento ma progressivo allontanamento dei denti

e nel contempo un accorciamento di essi.
E' interessante mettere in rilievo:
a) che la tavola dentaria assume la forma concava o a coppa a 8 anni nei picozzi, a 9 anni nei primi mediani (mentre quella dei picozzi

diventa quadrata), a 10 anni si ha la forma concava nei secondi mediani, mentre quella dei primi mediani diviene quadrata;
b) che a 11 anni circa tutti i denti hanno la forma quadrata;
c) che la stella dentaria compare a 11 anni nei picozzi, quindi nei primi e nei secondi mediani e che entro lo stesso periodo essa si

presenta di forma quadrangolare nei picozzi e nei primi mediani;
d) che a 12 anni il diradamento è evidente in tutti i denti e la stella dentaria assume la forma rotonda.

L'osservazione pratica ed i risultati della sperimentazione hanno messo in evidenza che nella specie bovina, in seguito alla selezione

ed alla alimentazione razionale, si sono creati delle razze con diverso grado di precocità che si estrinseca anche attraverso una
modificazione della cronologia dentaria. Infatti, per effetto della così detta precocità si può avere la bocca fatta non solo a 4 anni ma
perfino a 30 mesi .

d_10.jpg (99336 byte)
Mandibola di bovino di circa 20 mesi
(dalla pos. dei picozzi appare evidente
lo scalzamento che precede la caduta
dei medesimi onde si compia la prima
mossa)
Mandibola di bovino di 3 anni di età
(sono presenti i picozzi ed i primi
mediani da adulti, pertanto l'animale
ha fatto la seconda mossa)
Mandibola di bovino di circa 6 anni
(evidente la presenza del fiore di giglio
nei picozzi ed inizio nei primi mediani)
d_11.jpg (115494 byte)
Mandibola di bovino di 2 anni di età
(sono presenti i picozzi da adulto, quindi
l'animale ha già fatto la prima mossa)
Mandibola di bovino di 4 anni e mezzo
(tutti i denti sono da adulto ma i cantoni
non hanno raggiunto l'arcata dentaria)
Mandibola di bovino di 9 anni di età
(il livellamento dei picozzi, dei primi
e secondi mediani e presenza del fiore
di giglio nei cantoni)
d_12.jpg (111300 byte)
Mandibola di bovino di 2 anni e mezzo
(oltre alla presenza dei picozzi da adulto
si ha anche quella del primo mediano sx)
Mandibola di bovino di 5 anni di età
(l'animale ha la bocca fatta)
Mandibola di bovino di circa 10 anni
(livellamento di tutti i denti ed inizio
del diradamento)




GRADO DI PRECOCITA'
Generalmente si ritiene che nei bovini esistano 3 gradi di precocità nei quali la sostituzione dei denti da latte, con quelli da adulto,

avviene come segue:

1° grado di precocità. Sostituzione dei:
         picozzi da latte tra 14 e 15 mesi;
primi mediani da latte a 18 mesi;
secondi mediani da latte a 24 mesi;
cantoni da latte tra 29 e 31 mesi.
2° grado di precocità. Sostituzione dei:
picozzi da latte a 18 mesi;
primi mediani da latte a 24 mesi;
secondi mediani da latte tra 28 e 30 mesi:
cantoni da latte tra 37 e 39 mesi.
3° grado di precocità. Sostituzione dei:
picozzi da latte tra 19 e 20 mesi;
primi mediani da latte tra 28 e 30 mesi;
secondi mediani da latte tra 35 e 37 mesi:
cantoni da latte tra 40 e 43 mesi.


RAZZE PICOZZI
mesi
PRIMI MEDIANI
mesi
SECONDI MEDIANI
mesi
CANTONI
mesi
Razze precoci
(Frisona Pezzata Rossa Tedesca, Shorton, e Simmenthal)
20 (17-24) 26 (21-31) 33 (27-39) 42 (37-48)
Razze precoci
(Frisona Pezzata Nera Tedesca)
26 (21-32) 32 (27-38) 42 (36-48) 48 (42-54)
Razze mediamente precoci
(Bruna alpina, ecc)
22 (18-27) 31 (27-36) 40 (33-48) 48 (42-55)
Razze tardive
(Pinzgau, ecc)
23 (22-24) 29 (28-31) 38 (36-40) 45 (42-49)

ANOMALIE DENTARIE
Le più comuni riguardano il numero ed il consumo
ANOMALIE DEL NUMERO DEGLI INCISIVI. Possono sussistere per contemporanea presenza di alcuni denti da latte e da adulto;

per persistenza di tutti i denti caduchi; per non avvenuta eruzione di uno o più denti da adulto.
ANOMALIE DI CONSUMO. Talvolta, sia in rapporto al regime alimentare, sia al sistema di allevamento, alla costituzione dei denti,

nonchè alla loro direzione, il consumo non si effettua esattamente nelle epoche indicate sopra, ma può essere anticipato o ritardato,
o avvenire in maniera regolare, per cui sarà sempre opportuno tenere conto dei segni complementari.

SEGNI COMPLEMENTARI
Di essi i più utili allo scopo soono forniti:
a) dal colore del mantello che, nelle razze di origine podolica, nella modenese, piemontese e nella chianina, è fromentino alla nascita,

mentre diventa grigio o bianco, come negli adulti, verso il 3°-4° mese di età; nella bruna alpina è grigio chiaro alla nascita ed assume
quello di adulto verso il 3° mese;
b) dalla caduta del cordone ombelicale, che avviene entro i primi 8-10 giorni di vita, e dalla formazione della cicatrice ombelicale che

si ha tra i 15-20 giorni dalla nascita;
c) dalle corna che spuntano perso il 2° mese di età;
d) dalle proporzioni corporee.

TECNICA PER L'ESAME DEI DENTI

D_pos.jpg (47617 byte) Raramente si riesce ad esaminare da soli i denti degli animali di questa specie, ma occorre ricorrere ad un aiuto che provvederà, dopo essersi messo a destra, ad afferrare il corno sinistro con la mano sinistra e quello destro con la mano destra, ed a piegare la testa di lato; l'operatore, per contro, si metterà a sinistra dell'animale e, dopo aver introdotto due dita della mano destra nelle narici a mo' di pinza, abbasserà in un primo tempo il labbro inferiore, allo scopo di constatare se i denti sono,  in tutto o in parte, da latte o da adulto, successivamente tirerà fuori la lingua e prenderà in esame la tavola dentaria.

 

TAVOLA GENERALE DELLA
CRONOLOGIA DENTARIA
1° PERIODO 2° PERIODO 3° PERIODO
Eruzione e consumo degli incisivi
da latte
Caduta degli incisivi da latte,
eruzione degli incisivi da
adulto
Consumo degli incisivi
da adulto
Alla nascita:
8 incisivi presenti ma scarsamente
esteriorizzati

A 8 giorni:
Picozzi emersi completamente
A 15 giorni:
Mediani emersi completamente
Ad un mese:
Cantoni emersi completamente
Ad 1 mese e mezzo:
La gengiva è ben retratta alla
base degli incisivi

A 3 mesi:
inizia il consumo dei picozzi
A 6 mesi:
inizia il consumo dei cantoni

Ad 1 anno:
livellamento dei picozzi
A 15 mesi:
livellamento dei primi mediani
A 18 mesi:
livellamento dei secondi mediani
A 20 mesi:
livellamento dei cantoni

20 mesi:
caduta dei picozzi da latte,
comparsa dei picozzi da adulti

22-24 mesi:
i picozzi da adulto sono
completamente emersi
(prima mossa)

30 mesi:
caduta dei primi mediani da
latte e comparsa di quelli
permanenti
32-36 mesi:
i primi mediani da adulto sono
completamente emersi
(seconda mossa)

38 mesi:
caduta dei secondi mediani
da latte, comparsa di quelli
permanenti
40-45 mesi:
i secondi mediani permanenti
sono completamente emersi
(terza mossa)

48-50 mesi:
caduta dei cantoni da latte e
comparsa di quelli da adulto
52-56 mesi:
i cantoni permanenti sono
completamente emersi
(quarta mossa)

a 60 mesi cioè a 5 anni:
comincia l'usura dei picozzi.
La bocca è fatta e l'animale
è adulto
5 anni e mezzo:
fiori di giglio nei picozzi

6 anni e mezzo:
fiori di giglio nei primi mediani

7 anni e mezzo:
fiori di giglio nei secondi
mediani

8 anni e mezzo:
fiori di giglio nei cantoni

LIVELLAMENTO DEI DENTI
DA ADULTO
7 anni nei picozzi;
8 anni nei primi mediani;
9 anni nei secondi mediani;
10 anni nei cantoni

11 anni:
tutti i denti hanno forma
quadrata

da 12 a 15 anni:
i denti si diradano e appaiono
quasi completamente privi di
corona

tavole da latte.tif (71884 byte)

tavole permanenti 1.tif (64752 byte)

tavole permanenti 2.tif (65324 byte)